Psicomotricità

La Disciplina

L’IMPORTANZA DELLA PSICOMOTRICITA’ NELLA FASCIA 3/6 ANNI         

Il programma che verrà svolto attraverso l’attività psicomotoria e la fiaba motoria, si inserisce nell’ambito dei “campi di esperienza” – ambiti del fare e dell’agire del bambino, della scuola dell’infanzia, che riportiamo di seguito:

  1. Il sé e l’altro;
  2. Il corpo e il movimento;
  3. Immagini, suoni, colori;
  4. I discorsi e le parole;
  5. La conoscenza del mondo.

“Il corpo e il movimento” è il campo della corporeità e della motricità.

Con il corpo ed il movimento il bambino non solo si muove, esplora la realtà, conosce l’ambiente che lo circonda, ma fa molto di più: definisce se stesso; il senso della propria identità psico-fisica; la propria individualità ed unicità.

Il corpo ed il suo movimento sono gli strumenti attraverso cui il bambino entra in contatto con sé e con l’altro da sé. Questa relazione, fisica, come fisica è la prima forma di interazione interumana, frutto di quella tra i corpi dell’infante e della madre, connotata emotivamente, veicolata socialmente, diventa strategia, cognizione.

Azione, Relazione, Pensiero ed Emozione organizzano e definiscono l’unità e l’identità psico- fisica del bambino, promuovendo la presa di coscienza del valore del corpo, inteso come espressione della personalità e come condizione funzionale, relazionale, cognitiva, comunicativa e pratica da sviluppare in ordine a tutti i piani di attuazione formativa.

Pertanto, il gioco, l’azione psicomotoria messe in scena da un insegnante “esperto” e “consapevole” creeranno quel contesto esperenziale cui si realizza la crescita e lo sviluppo funzionale del bambino.

 

Perché la FIABAMOTORIA?

Perché è una pratica psicomotoria che abbraccia tutte le aree coinvolte nell’apprendimento: motoria; cognitiva; emotiva; relazionale.

In un clima d’ascolto, gioia, stupore e creatività, i bambini diventeranno protagonisti attivi; interlocutori di un libro magico che si potrà non solo ascoltare ma… “giocare”.

Le fiabe, curate nella scenografia, accompagnate da musiche, lasciando libero il movimento e l’immaginazione, permetteranno un’esperienza immersiva, sonora, ritmica, cinestetica.

 

L’ Istruttore

ANTONIO MAZZONI

  • Insegnante di Scienze Motorie;
  • psicomotricista;
  • docente al Master di Psicomotricità Università Lumsa/Consorzio Humanitas;
  • formatore Scuola dello Sport Coni;
  • esperto/formatore Cip (Comitato paraolimpico);
  • esperto Coni dell’età evolutiva.

Insegnante da circa trent’anni nelle scuole primarie, dell’infanzia e dei nidi di Roma e del Lazio.

Pubblicazioni:

  • Libro “Fiabe Motorie”, 2010, ed. Armando;
  • Libro “Racconti da Giocare” ed. Scuola dello Sport Coni;
  • Articoli Scientifici, in Calzetti Mariucci ed. rivista Strength & Conditioning:
  • “GIOCARTE” quando un’opera d’arte diventa gioco psicomotiro;
  • “COSTRUIRE UN REPERTORIO” Il ruolo del gioco motorio nello sviluppo della “physical literacy”;
  • “JOY CONTACT MOVING” psicomotrictà 0/6 anni;
  • “L’APPROCCIO LUDICO NEL TRATTAMENTO RIABILITATIVO”.

 

Condividi!
Mostra
Nascondi